Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza anche cookie di terze parti. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val D'Esino, Riviera

COMUNICATO STAMPA - Fuochi all'aperto: ecco le deroghe della Regione


cm valsassina

La questione di divieti e deroghe per la bruciatura dei residui vegetali nei boschi sembra essere più chiara dopo il recente intervento di Regione Lombardia che, con una recentissima delibera (n.2525 del 17 10 2014, vedi allegato), ha chiarito i rapporti tra la legge 118/2014 (oggetto di vivace dibattito nei mesi scorsi) e le norme regionali vigenti contro l'inquinamento atmosferico.

            Regione Lombardia ha confermato il divieto generico di combustione anche di piccoli cumuli di residui vegetali agricoli o forestali nel periodo dal 15 ottobre al 15 aprile di ogni anno, attuando quanto previsto dall’art. 182, comma 6 bis, del TU Ambiente e dall’art. 12 bis della lLR 24/06. Ma ha anche previsto di consentirne la combustione per soli due giorni tra il 15 ottobre al 15 aprile di ogni anno nelle zone impervie o non raggiungibili dalla viabilità ordinaria e con modalità atte ad evitare impatti diretti di fumi ed emissioni sulle abitazioni circostanti. E ciò previa comunicazione al Comune con i dettagli e la conferma che le condizioni meteorologiche nella giornata in cui è effettuata la combustione siano favorevoli alla dispersione degli inquinanti in atmosfera, in base ai dati ARPA. I comuni dovranno avvertire tempestivamente i soggetti competenti ad effettuare i controlli e il settore Monitoraggi Ambientali di ARPA Lombardia.

            “Con un percorso un po' tortuoso abbiamo fatto un passo in avanti - chiarisce il Presidente della Comunità Montana e Sindaco di Perledo Carlo Signorelli - che evita migliaia di ordinanze comunali, responsabilizza i diretti interessati e stabilisce modalità e tempistiche per le deroghe tra cui l'impossibilità di raggiungere con la viabilità ordinaria luoghi impervi dove spesso vengono effettuate pulizie anche con finalità preventive come lungo fiumi e torrenti e per la distruzione di parassiti infestanti. C'è ancora qualche dubbio interpretativo come per le tempistiche di comunicazione ma il quadro è oggi più chiaro anche per gli Organi di vigilanza".

 

 

Allegata in PDF Delibera G.R Lombardia n.2525 del 17 10 2014.

File allegati
delibera G.R. Lombardia n.2525 del 17.10.2014
Estensione: pdf - Peso: 136.45 Kb
 


Data ultimo aggiornamento: 21-10-2014

Sito Uff. Parco Regionale Grigna Settentrionale
Piano di Zona Bellano
Sito Ufficiale del Distretto Culturale Valsassina
Paesaggio culturale alpino su Wikipedia
Rocce tra lago e cielo
Sito Uff. Manifestazioni Zootecniche Valsassinesi
FRANTOIO e OLIO DOP
ARCHIVIO