Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza anche cookie di terze parti. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val D'Esino, Riviera

LA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PTC DEL PARCO REGIONALE DELLA GRIGNA SETTENTRIONALE


La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) è una procedura introdotta dalla Direttiva comunitaria n. 42 del 2001 allo scopo di consentire in anticipo la valutazione degli effetti sull’ambiente generati dall’attuazione di piani e programmi; essa prefigura un "processo sistematico inteso a valutare le conseguenze sulla qualità dell’ambiente delle azioni proposte – piani o iniziative nell’ambito di programmi – ai fini di garantire che tali conseguenze siano incluse a tutti gli effetti e affrontate in modo adeguato fin dalle prime fasi del processo decisionale, sullo stesso piano delle considerazioni di ordine economico e sociale”.
La Dir. 01/42/CE, in Italia recepita dal D.Lgs. 152/06 ("Testo Unico Ambiente"), è un procedimento innovativo legato ai temi dello sviluppo sostenibile, della biodiversità e dello sviluppo economico del territorio.
Tra i presupposti della V.A.S, allo scopo di contribuire ad una maggiore trasparenza dell'iter decisionale nonché allo scopo di garantire la completezza e l'affidabilità delle informazioni su cui poggia la valutazione, occorre stabilire che le autorità responsabili per l'ambiente ed il bene pubblico siano consultate durante la valutazione dei piani e dei programmi, e che vengano fissate scadenze adeguate per consentire la consultazione e la formulazione di pareri.
La Regione Lombardia ha delineato il procedimento da seguire al fine del raggiungimento degli obiettivi previsti dalla Dir. 01/42/CE, sintetizzato in uno schema a "feedback" suddiviso in due colonne del Processo di Piano e del Processo di Valutazione. Nel documento, scaricabile a fondo pagina, la parte azzurra rappresenta l’iter tradizionale (FASE 3), la parte superiore (FASE 1 e FASE 2) rappresenta l’innovazione legata alla V.A.S.
L’iter di elaborazione del Piano Territoriale di Coordinamento del Parco Regionale della Grigna Settentrionale ha dunque seguito lo schema proposto dalla Regione Lombardia, cui risulta conforme in relazione a quanto disposto dalla l.r. 11 del 2 marzo 2005.
La Conferenza di Valutazione relativa alla proposta di P.T.C. del Parco è stata articolata nelle seguenti fasi:

• Avvio del processo VAS del P.T.C. del Parco Regionale della Grigna Settentrionale con Determinazione della C.M. n. 48 del 12 ottobre 2006

• Prima Conferenza di valutazione - seduta introduttiva in data 1 febbraio 2007

• Incontro con i Sindaci e i Tecnici dei Comuni del Parco in data 4 luglio 2007

• Seconda conferenza di valutazione in data 10 luglio 2007

• Conferenza di valutazione - seduta conclusiva in data 8 aprile 2008

La strategia di consultazione ha inteso coinvolgere una rete di attori con afferenza o prossimità al Parco direttamente o indirettamente interessati al sistema di governance dell’area protetta. In questa ottica sono stati coinvolti i seguenti enti ed organismi:

• la Provincia di Lecco;

• i Comuni consorziati (Cortenova, Esino Lario, Pasturo, Parlasco, Perledo, Primaluna, Taceno, Varenna);

• la Regione Lombardia (D.G. Qualità dell’Ambiente e D.G. Territorio e Urbanistica);

• la Comunità Montana Valsassina, Val Varrone, Val d’Esino e Riviera (coincidente con l’Ente Parco);

• la Comunità Montana Lario Orientale;

• l’ Unione Centro Valsassina e della Grigna Settentrionale;

• la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Lecco;

• l’ A.P.I. di Lecco;

• l’ Unione Industriali della Provincia di Lecco;

• il C.N.A. di Lecco;

• l’Unione Artigiani di Lecco;

• l’ Unione Commercianti Lecchesi;

• l’Associazione Confesercenti della Provincia di Lecco;

• la Federazione Provinciale Coltivatori Diretti di Lecco;

• la Confederazione Italiana Agricoltori di Como;

• l’ Unione Provinciale Agricoltori di Como;

• l’ Associazione Costruttori edili della provincia di Lecco;

• la Legambiente Lecco Onlus;

• il Comitato di gestione del Comprensorio Alpino di Caccia Prealpi lecchesi;

• il WWF Italia Onlus - Sezione Lario Orientale;

• le sezioni C.A.I. di Esino Lario, Bellano, Introbio;

• la Società Escursionisti Lecchesi;


• le Pro Loco di Parlasco, Pasturo, Perledo, Varenna;

• Esino 2000;

• la Casa delle Guide di Introbio;

• le Guide Alpine del Lario e delle Grigne;

• i gestori dei rifugi Pialleral, Riva, Bogani, Brioschi;

• Enti e organismi ambientali: Regione, ARPA, ASL, ecc..

Complessivamente nel processo di consultazione sono stati chiamati a partecipare circa 40 attori.
 

File allegati
rapportoambientale_sintesi_non_tecnica
Estensione: pdf - Peso: 932.58 Kb
pianoterritoriale
Estensione: pdf - Peso: 26.47 Kb
normetecniche (1)
Estensione: pdf - Peso: 316.56 Kb
normetecniche
Estensione: pdf - Peso: 316.56 Kb
dichiarazione di sintesi
Estensione: pdf - Peso: 102.25 Kb
 


Data ultimo aggiornamento: 22-10-2013

Sito Uff. Parco Regionale Grigna Settentrionale
Piano di Zona Bellano
Sito Ufficiale del Distretto Culturale Valsassina
Paesaggio culturale alpino su Wikipedia
Rocce tra lago e cielo
Sito Uff. Manifestazioni Zootecniche Valsassinesi
FRANTOIO e OLIO DOP
ARCHIVIO